Rete secondaria formale Rete secondaria informale

La rete primaria è costituita solitamente dalla famiglia. Il rapporto con la famiglia - cosi come la famiglia stessa - fa parte di quel genere di rapporti che non si possono “scegliere”. Oltre al gruppo familiare, anche gli amici fanno parte della rete, ma le relazioni amicali della rete vengono scelte liberamente.
Le reti primarie sono caratterizzate da contenuti di affettività e/o affinità rispetto al soggetto e svolgono una funzione protettiva e di sostegno e sviluppo dell’identità.

 

Artificio attiva un lavoro sociale di rete PRIMARIA attraverso 3 AZIONI:

  1. Percorso formativo, rivolto ai RAGAZZI DEL GRUPPO BERSAGLIO, strutturato, in una delle sue parti, per lavorare sull’identità e l’appartenenza, partendo dai valori/disvalori sedimentati nella famiglia e nel gruppo dei pari, per arrivare a una nuova visione e consapevolezza di sé stimolando la solidarietà e la collaborazione ma anche la capacità di una nuova lettura del contesto di appartenenza.

  2. Stage/Cantieri creativi, realizzati nei territori di appartenenza dai ragazzi del gruppo bersaglio in sinergia con gli agenti di cambiamento. Nell’ottica dell’intervento di rete, sono tesi a sollecitare nuove relazioni nei “gruppi di pari” proponendo nuovi ruoli a ragazzi che da e in quel contesto erano etichettati come devianti.

  3. Ricerca sul territorio, attivata tra le prime azioni del progetto. La ricerca coinvolge i territori della città che attraverso il partenariato di quartiere e l’approccio bottom up hanno stabilito in fase istruttiva un rapporto di collaborazione con Artificio: Città Vecchia, Enziteto, Japigia, S. Rita. Tale rapporto di collaborazione punta ad essere ampliato inserendo altre realtà territoriali urbane che si configurano come nodi di reticoli sociali. In particolare, per la specificità della metodologia di intervento della ricerca/azione si è attuato un coinvolgimento di famiglie e comunità del territorio.


Rete secondaria formale Rete secondaria informale